Favorite films

Don’t forget to select your favorite films!

Recent activity

All
  • Common Wealth

    ★★★★

  • Predestination

    ★★★½

  • Happening

    ★★★★½

  • Beyond the Darkness

    ★★★★½

Recent reviews

More
  • Common Wealth

    Common Wealth

    A cavallo del nuovo millennio veniva partorita, dalle menti vulcaniche di Álex de la Iglesia e del suo fidato sceneggiatore Jorge Guerricaechevarría, la risposta spagnola al grottesco DELICATESSEN. Rispetto a quello francese questo film appare meno surreale ed elegante, risultando però più caotico, cinico e cattivo, mettendo in risalto un micro mondo di disumanità, avidità e cinismo becero, specchio inesorabile dei lati peggiori dell'uomo alla ricerca senza freni di una felicità a base di soldi e ricchezza facile, soprattutto quando…

  • Predestination

    Predestination

    "Chi è nato prima, l'uovo o la gallina?"
    PREDESTINATION, tratto da un racconto (... ALL YOUR ZOMBIES ..) di un gigante della fantascienza del secolo scorso come Robert A. Heinlein, rappresenta senza dubbio l'apice dei due registi tedeschi naturalizzati australiani Michael e Peter Spierig.
    Un film che ha nel paradosso temporale e nella confusione garantita, un dittico di pura sci fi concettualmente estrema, la sua forza.
    Negli anni '70 un misterioso terrorista, denominato dalla stampa "Fizzle Bomber", compie delle vere…

Popular reviews

More
  • Uncut Gems

    Uncut Gems

    I fratelli Safdle, dopo HEAVEN KNOWS WHAT e GOOD TIME, riescono a confermare non solo quanto di buono mostrato nei loro primi due lungometraggi, bensì alzano vertiginosamente l'asticella della qualità narrativa, estetica e dinamica con una pellicola furibonda, ansiogena e folle. Un film destinato, sopratutto grazie ad un finale shock, imbottito di adrenalina e inaspettato, a lasciare senza fiato lo spettatore dopo una maratona di ben 135 min, tempo tutt'altro che facile da gestire per una storia urbana come questa.…

  • Funeralopolis : A Suburban Portrait

    Funeralopolis : A Suburban Portrait

    In un periodo storico italiano avaro di pellicole horror indipendenti degne di nota, uno dei più giovani registi indie del panorama nostrano, Alessandro Redaelli, sceglie di virare su terreni estremi reali e per nulla banali, realizzando un documentario anomalo (per il nostro cinema) su dei tossicodipendenti dell'hinterland milanese.
    Tra siringhe, eroina, musica rap autoctona, sangue, vomito, amicizia, ribellione e anarchia, finiremo per diventare spettatori dinamici e attenti di questo viaggio vero e crudo (ma non passivo da parte del regista)…