Welcome to Hard Times ★★★½

Burt Kennedy, appoggiandosi a un racconto di E. L. Doctorow, confeziona un western decisamente particolare, incorporeo e introspettivo, in cui il bene e il male vengono delineati in maniera rigorosa (forse troppo), mentre il raziocinio e la vigliaccheria si confondono e la realtà si mescola impercettibilmente con l'astratto. Profondo nel tratteggiare le personalità dei protagonisti. Buone le prove di un cauto Henry Fonda e di un sardonico Aldo Ray