Favorite films

Recent activity

All

Recent reviews

More
  • Richard Jewell

    Richard Jewell

    ★★★★

    La cosa bella di Eastwood è che a 90 anni suonati se ne frega di tutto: movimenti, razzismo, femminismo e via discorrendo, e fa il consueto film patriottico non preoccupandosi di come "addobbare" le sue creazioni. Richard Jewell non fa eccezione. È un film girato in maniera incredibile. Denso, teso e recitato divinamente - Paul Walter Hauser su tutti. Certo, ha ingenuità, o meglio, convinzioni sul quale Eastwood piace battere e controbattere in ogni pellicola. Ma, arrivati alla sua età, tirare fuori lavori del genere resta una delle robe più eccezionali ad Hollywood.

  • The Invisible Man

    The Invisible Man

    ★★★½

    La Blumhouse colpisce ancora con un reboot intelligente, sfaccettato e confezionato come meglio non si poteva. Prende una storia vecchia e apparentemente con poco spazio di manovra, rinnovandola con un'idea estremamente contemporanea e d'impatto. Recitato benissimo, costruito ancora meglio nella sua impronta da thriller/horror. Mi è mancato un po' un qualche passaggio davvero d'effetto o sconvolgente, ma nel complesso centra il bersaglio e rimane un prodotto molto gradevole.

Popular reviews

More
  • Once Upon a Time… in Hollywood

    Once Upon a Time… in Hollywood

    ★★★½

    Il cinema non va di certo spiegato, ma non dovrebbe neanche portare a doversi leggere informazioni e dettagli vari per essere compreso. È purtroppo questo il caso di C’era una volta a Hollywood, un film dal contesto storico pazzesco, ricco nella regia, nei dettagli e nei caratteristici dialoghi di Tarantino che regalano momenti struggenti e intensi, ma che va dimenticandosi di tutto il resto. È una dichiarazione d’amore per un mondo Hollywoodiano (e cinematografico) che non esiste più, cadendo peró…

  • 1917

    1917

    ★★★★½

    Un'impressionante traguardo tecnico e scenico che propone con disarmante facilità una storia da cardiopalma. 1917 è incredibile. Si contraddistingue proprio per l'immersività che riesce a restituire. Una storia che coinvolge tutti senza esclusione di colpi, appassionando e catturando a livelli altissimi. Due ore che viaggiano spedite incantando per la bellezza di una realizzazione che non ha eguali. Una pellicola girata divinamente, in cui Sam Mendes realizza con grande sagacia un finto piano sequenza in qui tagli sono pressoché impossibili da percepire, e che lasceranno attaccati allo schermo coloro che non hanno tanta dimestichezza con questa peculiare e affascinante tecnica di cinema.