The Irishman ★★★½

Ammetto di averlo diviso in quattro episodi come se fosse una miniserie, e nel complesso penso di aver fatto una scelta saggia. Non che sia noioso come film, tutt'altro, ma personalmente, superate le due ore e mezza, una certa stanchezza la avverto.

Così in maniera fresca e rilassata ho finalmente recuperato The Irishman, che mi ha sorpreso prima di tutto proprio per non l'essere noioso. Mi aspettavo una produzione molto più compassata e "sofisticata" - ed effettivamente lo è - però al contempo ci mette tanta di quella roba dentro da farsi guardare di gran gusto.

Poi è anche vero, la storia è molto basilare e didascalica - dimenticabile oserei dire - e se non fosse per il fatto di essere un film di Scorsese non avrebbe neanche avuto tutta questa risonanza e riconoscenza. Però, guardando l'aspetto positivo dell'operazione, il cast, dal primo all'ultimo interprete, offre dei personaggi e delle interpretazioni così di spessore da "mascherare" una storia piena di cliché e guardabile ma non imperdibile.