Favorite films

  • Crash
  • Aguirre, the Wrath of God
  • As I Was Moving Ahead Occasionally I Saw Brief Glimpses of Beauty
  • Diary

Recent activity

All
  • Spenser Confidential

    ★½

  • Los Angeles Plays Itself

    ★★★★★

  • Mindhunters

    ★★

  • Solar Breath

    ★★½

Recent reviews

More
  • Los Angeles Plays Itself

    Los Angeles Plays Itself

    ★★★★★

    Nell'approcciarsi ad una ricostruzione dai connotati pedagogici, Andersen utilizza un linguaggio, per l'appunto, accademico, volto a restituire un profilo urbanistico ed identitario a Los Angeles. In linea con questa idea, il primo (ideale) capitolo, si apre con una sorta di invettiva nei confronti di quel trend, ormai consolidato, indirizzato a storpiare il nome della città in L.A., una sorta di diminutivo dai caratteri dispregiativi, che negli anni è stato somatizzato quale etichetta dai cittadini stessi.
    Il découpage filmografico classico è…

  • Sweet Deceptions

    Sweet Deceptions

    ★★★★½

    One of the best ending in cinema history (?)

Popular reviews

More
  • The Hand of God

    The Hand of God

    ★★★★½

    Tunf... tunf...tunf...tunf...

    Non ti permettere mai più di fare una cosa del genere.

  • Freaks Out

    Freaks Out

    ★★

    Una sconfortante (per il sottoscritto) mimesi formale di prodotti supereroistici che da anni imperversano il mercato mondiale.
    Un grande budget per una grande occasione persa; una superficialità inaccettabile se si pensa a quanti soldi e a quanto tempo sono serviti per portarlo al cinema.

    La dimensione periferica e sudicia de "Lo chiamavano Jeeg Robot" lascia spazio ad una resa fantastica della Roma occupata dai nazisti (i fascisti non esistono), una non volontà di sporcare i suoi personaggi che tutto sono…