RSS feed for Simone
  • Remi, Nobody's Boy

    Remi, Nobody's Boy

    ★★½

    Il piccolo Remi vive in campagna insieme alla madre, la signora Barberin, mentre il padre Gerolamo lavora lontano come tagliapietre. Quando Gerolamo si ferisce in un incidente la madre si trova costretta a vendere il loro unico bene, una mucca di nome Rosetta che è anche la migliore amica di Remi, cui il bambino canta una ninna nanna che gli è rimasta nel cuore. È allora che Gerolamo rivela a Remi di non essere il suo vero padre ma di…

  • Teen Spirit

    Teen Spirit

    ★½

    Dalla fiaba di Cenerentola alla millennial culture di Teen Spirit. Un grande passo, ma sicuramente non in avanti. Visivamente accattivante, merito di un'estetica da videoclip (sensuale ma rarefatta) Teen Spirit è la versione pop e patinata di Cenerentola, trasportata in un ambiente più attuale quale la metropoli. Il successo, il riconoscimento, può essere raggiunto solo attraverso la sovra-esposizione dell'Io di fronte ad una telecamera, qui televisiva. Minghella gioca dunque con le luci al neon, spara al massimo la stroboscopia e…

  • Arrival

    Arrival

    ★★★★

    This review may contain spoilers. I can handle the truth.

    Definizione da manuale di occasione mancata. Un film che sarebbe potuto essere molto di più ma che non è - un guazzabuglio di idee interessanti affossate dagli abusati cliché della Hollywood contemporanea. Nazioni che reagiscono alla venuta degli alieni in maniera ostile, militari che obbediscono ai superiori senza battere ciglio o generali che non comprendono le basi del metodo scientifico. Eric Heisserer, dopo anni e anni, abbiamo capito: i militari sono scemi e cattivi, gli scienziati e i filosofi sono…

  • The Working Class Goes to Paradise

    The Working Class Goes to Paradise

    ★★★★½

    L'operaio della fabbrica non risponde ad un titolare, fisico e umano, ma alla dura legge del cottimo: più lavori, più produci, più guadagni. Costretto ad entrare con il buio e a rincasare la sera, il processo di alienazione (e ammattimento) dell'individuo prende il sopravvento. Ritmi disumani per paghe disumane, al limite della ridicolizzazione della dignità. Svegliati, lavora, mangia, lavora, dormi e ripeti. Il capitale come giogo della massa, della working class - inerme, anch'essa intenta a farsi la guerra per…

  • The Wolf Man

    The Wolf Man

    ★★★

    Anche l’uomo che ha puro il suo cuore, ed ogni giorno si raccoglie in preghiera, può diventar lupo se fiorisce l’aconito, e la luna piena splende la sera

    Larry Talbot è un giovane uomo di famiglia agiata, tornato nella sua città d'origine in seguito alla morte del fratello maggiore. Non tarderà però a mostrarsi come un uomo tutt'altro che impeccabile. Da bravo marpione "allupato", spia la giovane Gwen e prova a sedurla - nonostante sia prossima al matrimonio. Le parole…

  • Persona

    Persona

    ★★★★★

    "Dramatis persona" ovvero la maschera, la finzione del reale.
    "Per Sonare" ovvero il parlare attraverso, il reale all'interno della finzione.

    I personaggi si mescolano, si confondono. È più importante Essere o Apparire? Se l'Essere si configura nell'assenza di menzogna e di maschera, come possiamo raggiungere tale stato?
    La risposta parrebbe essere il silenzio.
    L'annullamento della Persona, però, porta inevitabilmente ad una nuova forma di Credenza d'Essere. Un paradosso, un sistema di scatole cinesi.

    Il chiudersi al dialogo, al confronto parlato, è solo un'ennesima maschera.
    Tentiamo di (s)fuggire alla menzogna, alla sofferenza, ma non ci è permesso.

  • Men in Black: International

    Men in Black: International

    Film non necessario e insulso, sia nelle premesse che nello svolgimento. Un connubio di stereotipi antiquati.
    Bocciato.

  • The Ritual

    The Ritual

    ★★★

    L'ennesima acquisizione Netflix che garantisce ad un prodotto di qualità la giusta risonanza. Play, 5 minuti e siamo già catapultati nella vicenda: ci troviamo di fronte ad un miscuglio ben confezionato di rimandi di un certo calibro (The Blair Witch Project, The VVitch, The Descent e un po' di Lovecraftian vibes), seppur l'opera prenda spunto da un libro di tale Adam Nevill. Ambientato nelle bellissime foreste scandinave, il film si divide sostanzialmente in due parti - mettiamola così - la…

  • Repo Man

    Repo Man

    ★★★★

    Un film sul delirio, sui codici d'onore, sull'olismo, sugli alieni, sulle gang e sul recupero crediti.
    Delirante, sporco e pesantemente politico.
    Un autentico ritratto della società americana degli anni '80, ma soprattutto un cult.

    A lot o’ people don’t realize what’s really going on. They view life as a bunch o’ unconnected incidents ‘n things. They don’t realize that there’s this, like, lattice o’ coincidence that lays on top o’ everything. Give you an example; show you what I mean:…

  • Amici come prima

    Amici come prima

    ★½

    Inaspettatamente "tenero", con un De Sica commovente e un Boldi, purtroppo, legato al suo solito repertorio dal quale ha sempre avuto difficoltà ad uscire.
    De Sica si dimostra dignitoso anche dietro la macchina da presa, riuscendo a far scorrere un'ora e venti minuti senza pretese.
    Da nostalgico posso dire che mi ha divertito molto - non c'era un minuto in cui non mi ritrovassi a sorridere.
    Boldi e De Sica, di nuovo insieme, in un tripudio di ricordi d'infanzia ormai andati.

  • Yes, God, Yes

    Yes, God, Yes

    Stranger Thongs.

  • Godzilla: King of the Monsters

    Godzilla: King of the Monsters

    ★★½

    Un film che vive (e sopravvive) grazie alle numerose citazioni al franchise e non aggiunge nulla di nuovo alla situazione Gojira e alla critica sociale adottata dai film precedenti.
    Un blockbuster insipido, privo di qualsivoglia sperimentazione artistica o di un comparto regia saldo.
    Un film poco coeso e dalla trama scialba - un plauso al MacGuffin, alle interpretazioni di Watanabe e Charles Dance (carismatico nonostante le scarse linee di dialogo, macchiettistico al punto giusto), alla caratterizzazione dei Kaiju e al…