Favorite films

  • Night of the Living Dead
  • Dawn of the Dead
  • Day of the Dead
  • Land of the Dead

Recent activity

All
  • Hatchetman

    ½

  • American Bigfoot

    ★★

  • Shock

    ★★★½

  • The Black Belly of the Tarantula

    ★★★½

Recent reviews

More
  • Hatchetman

    Hatchetman

    Di concetto gli omicidi sarebbero anche cruenti se solo non fossero lasciati quasi sempre al fuori campo con la spruzzatina di sangue sul muro. Che poi diventa il problema minore quando ti rendi conto che buona parte del film è uno showreel di spogliarelliste in azione su cui può indugiare un regista arrapatissimo che, non a caso, inserisce una pornostar tra le varie attrici. Il resto lo fanno (male) dialoghi e recitazione da telenovelas sudamericane intorno ad un risibile killer dalla maschera di gomma che alla fine riesce pure a scappare. 

    Per qualche motivo in Italia ci arriva come Body Hunter.

  • American Bigfoot

    American Bigfoot

    Proprio di recente mi era capitato di accennare alla carriera di Zach Gallighan che dopo Gremlins è andata assestandosi verso il basso. Come in questo caso, seconda volta in cui deve vedersela con un bigfoot dopo Nightbeasts del 2010. Il budget è basso, qualcosa funziona ma probabilmente non abbastanza. Il look dei Bigfoot è goffo (lineamenti fissi, la mancanza di qualsiasi movimento facciale è un limite evidente), ma non è male l’idea di renderli in qualche modo umanoidi nel volto e nelle dinamiche…

Popular reviews

More
  • Bad Tales

    Bad Tales

    ★★½

    Probabilmente vado controcorrente, considerando gli elogi che stanno piovendo a cascata. Favolacce non mi ha convinto e non mi sentirei di affidargli questa presunta rinascita del cinema italiano. Qualcuno parlava (nello specifico) di cinema di genere, di fiaba nera, quando siamo in altri (e consueti) territori, io ci ho visto fondamentalmente un dramma dal finale gratuitamente tragico. Di spunti ce ne sono, ma non puoi reggere la visione su quelli. Il comune denominatore è il disagio, quello emotivo e/o sociale dei…

  • Slap the Monster on Page One

    Slap the Monster on Page One

    ★★★★

    Nato come giallo giornalistico, muta in fase di preproduzione con l’entrata in corsa di Bellocchio che accetta il film su commissione a patto di renderlo (insieme a Goffredo Fofi) più personale, arrivando così al film di denuncia, politicamente schierato. Un viaggio nel luridume, tra politica marcia e manipolazione giornalistica, toccando anche la pericolosa manovrabilità delle forze dell’ordine. Pilotare indagini influenzando l’opinione pubblica in piena campagna elettorale. Un senso di ingiustizia avvilente ed opprimente. Per giungere ad un finale coerente col…