RSS feed for Gardy

Favorite films

Recent activity

All

Recent reviews

More
  • Les Misérables

    Les Misérables

    ★★★½

    Sono esaltata e delusa allo stesso tempo: ho visto un grande film autoriale al netto di un vero autore dietro la cinepresa.

    Les Misèrables non può evitare la rabbia, ma la fotografa in maniera lucida, trasformando ogni suo miserabile una complessa scala di grigi, di saggezza ed idiozia, dove la coesistenza è garantita solo dal mediare continuamente la propria moralità. La scrittura è ottima anche per il competitivo panorama francese di "film sociali".

    Tuttavia soffre della mancanza di una forma…

  • Onward

    Onward

    ★★½

    Tra 20 anni i cinefili guarderanno i film come Onward e sbotteranno sgomenti: "ma nel 2020 facevano solo film sulla rivalutazione sociale ed emotiva dei nerd?".

    Al netto di un facile citazionismo nerd che ormai mi scatena rush cutanei, Onward è tecnicamente ammirevole, molto partecipato a livello emotivo, scritto bene, con un paio di momenti registici carini...eppure è inconsequenziale e inconsistente al massimo.

    Giunti a questo punto forse è il momento di ammettere che tentare di trasformare la vita quotidiana statunitense nella nuova fiabistica d'animazione ha portato ben poca meraviglia in questi film e nelle nostre vite.

Popular reviews

More
  • Romulus & Remus: The First King

    Romulus & Remus: The First King

    ★★★★

    Il Primo Re è tutto quello che di solito rimproveriamo al cinema italiano di non essere: ambizioso, moderno, maturo, non impaurito dal concetto di "cinema di genere", autoctono, ottimamente scritto, ben diretto, violento il giusto, capace di svecchiare l'immagine internazionale della nostra produzione.

    Un gioiello d'azione, ambizione, produzione e persino recitazione, un film da mostrare a testa alta. Imperdibile.

    [...]

  • Dogman

    Dogman

    ★★★★

    Uno come Garrone, capace di tratteggiare il ritratto di un essere umano così poetico e intenso senza farsi inghiottire dalla storiaccia che ci gira attorno e dalla retorica vittima/carnefice, un regista così forse non ce lo meritiamo.

    Marcello Fonte invece si stramerita ogni riconoscimento che prenderà per questa interpretazione magistrale; una bravura mostruosa e una faccia perfetta per il personaggio, purtroppo la stessa che immagino gli precluda spesso ruoli da protagonista.

    [...]