Star Wars: The Rise of Skywalker ★★

Come buttare in vacca 40 e passa anni di storia.

Praticamente due film in uno e sono il primo che voleva un paio di retcon (o meglio, spiegazioni) nei confronti di The Last Jedi, ma non queste e, soprattutto, non così (complimenti per avermi fatto girare le balle già dai titoli di testa). Stessa cosa il fan-service: generalmente non mi da fastidio, ma questo è brutto e forzato in modo assurdo e dove dovrebbe esserci, invece, non c'è.

Personaggi piattissimi con presunte evoluzioni che non hanno alcun senso (l'unico di cui mi è fregato qualcosa è "Snap" che, guarda caso, proviene dall'Universo Espanso ma rimane poco più che una comparsa), montaggio ignobile e storia aberrante (co-scritta, guarda un po' da quel "fenomeno" di Chris Terrio che ci ha regalato quello schifo di Batman V Superman e Justice League.. Anche qui c'è un momento "Martha". Aiuto.).

Confido in qualche spiegazione che a posteriori ci verrà data con i prodotti dell'universo espanso per salvare il salvabile ma, mi dispiace, non mi basta. Almeno Attack of the Clones (quello che ad oggi ritenevo il film più brutto della saga; The Rise of Skywalker prenderà il suo posto? Non so, mi serve tempo per pensarci), era un capitolo di mezzo. Qui stiamo parlando non solo del terzo film di una trilogia, ma del film che chiude la saga degli Skywalker e lo fa nel peggior modo possibile. Volevate deludere le mie - già basse - aspettative? Complimenti, ci siete riusciti.

Ora la testa della Kennedy la esigo appena il film lo toglieranno dalle sale.