I Am the Pretty Thing That Lives in the House ★½

Perché ho visto questo film? Mah, mi piaceva il titolo, e di solito i film di fantasmi mi attirano abbastanza. Me ne sono pentito quasi subito: sì, storie di fantasmi, ma qua sembra che il modello sia l'odiatissimo "A ghost story", per il ritmo soporifero e il punto di vista, ma privo della sensazione del tempo che almeno quel film proponeva. Lo spunto nasce da un'infermiera/badante che va ad assistere un'anziana scrittrice horror. La storia della ragazza si sovrappone a quella di uno dei racconti della scrittrice, tanto che non si capisce più, a un certo punto, cosa sia reale e quali siano i rapporti di causa/effetto. Ma se lo spunto è, in effetti, intrigante, ho trovato la messa in scena pretenziosa e, alla fine, piuttosto vuota, perché in pratica non si va molto oltre quelle due righe di riassunto: è tutto esile, etereo, superficiale. Mi sono annoiato molto.