RSS feed for Alessandro

Favorite films

Recent activity

All

Recent reviews

More
  • The Dark Knight

    The Dark Knight

    ★★★★½

    Contro: ogni volta che lo rivedo sembra sempre di più un thriller in cui uno dei protagonisti, per qualche ragione, se ne va in giro con un ridicolo costume col mantellino, e in cui ogni tanto succedono cose assurde che stonano col resto, tipo il mega sonar di Lucius Fox, che è un deus ex machina facilone e bruttissimo da vedere.

    Pro: a circa dieci anni dall'uscita, resta una delle robe supereroistiche più artisticamente rilevanti mai prodotte. Lo è grazie…

  • Unsane

    Unsane

    ★★★★

    Il primo impatto è spiazzante. Unsane è qualcosa di diverso da quello che siamo abituati a vedere: il formato video è strano, la fotografia è troppo asettica, l'angolo di ripresa è peculiare e la narrazione ha un ritmo tutto suo. La sensazione dominante è di repulsione, ti instilla il dubbio che l'idea di girarlo tutto con l'iPhone 7 Plus sia giusto un orpello estetico per far parlare di sé. Anzi, nelle prime battute sembra effettivamente "girato con il telefonino" ma…

Popular reviews

More
  • They Call Me Jeeg

    They Call Me Jeeg

    ★★★★★

    "Ehhhh ma in un film di origini devi introdurre i personaggi e quindi c'è poco spazio per una buona storia."
    "Devi parlare del protagonista perciò non c'è spazio per un villain interessante."
    "Le scene d'azione di un film di origini sono brutte perché il budget è piccolo."
    "Non si deve vedere una goccia di sangue e nemmeno sentire mezza parolaccia. Dobbiamo venderlo ai ragazzini e quindi deve essere PG-13."
    Aoh americani, e basta co ste scuse, su!
    Se non siete capaci di girare un cinefumetto che racconta le origini di un supereroe basta dirlo, non vi preoccupate.
    Vi mandiamo un italiano (Gabriele Mainetti) a insegnarvelo.

  • La La Land

    La La Land

    ★★★★★

    Il più grosso achievement raggiunto da Chazelle è essere riuscito a cogliere il più puro e ancestrale potere evocativo della musica, a condensare in una sequenza di malinconiche note emozioni, ricordi di quello che è stato e di quello che poteva essere.
    Se Whiplash era la rabbia, le gocce di sangue e di sudore, e dunque non poteva che essere la batteria (e nessun altro strumento) il metronomo del ritmo del film, La La Land è l’amore. Tutte le stagioni…