RSS feed for Francesco

Favorite films

Recent activity

All

Recent reviews

More
  • The Girl in the Fog

    The Girl in the Fog

    ★★½

    Carrisi ha sicuramente qualcosa di interessante da dire sulla gestione di un delitto da parte dell'opinione pubblica e soprattutto della stampa. La storia è abbastanza intrigante, con un bel colpo di scena che viene però sminuito da qualche spiegone di troppo (e dal twist finale). E in generale la tensione non riesce a rimanere alta per le due ore piene di durata, che finiscono per essere probabilmente troppe. Comunque è un discreto esordio per Carrisi, che magari in futuro riuscirà a girare un film ancora più convincente.

  • BlacKkKlansman

    BlacKkKlansman

    ★★★★

    Un film potente, che alterna momenti di vera e propria commedia ad altri decisamente più drammatici gestiti con grande equilibrio da Spike Lee. Il messaggio del regista è forte e più attuale che mai, ed è molto efficace perché arriva dopo un ottimo film. Lee riesce innanzitutto a intrattenere, mantenendo un tono abbastanza leggero durante le indagini di Ron (Washington e Driver funzionano perfettamente) e ridicolizzando le assurdità del KKK. Ma le risate sono spesso amare, perché lasciano presto spazio…

Popular reviews

More
  • Apostle

    Apostle

    ★★★½

    Gareth Evans torna alla carica dopo i due The Raid e firma uno dei più interessanti prodotti originali Netflix dell'ultimo periodo. Apostle parte come un film d'atmosfera, cupo e inquietante, grazie all'ottima ambientazione dell'isola in cui è nato un culto religioso slegato dalla società. Il ritmo è lento e i misteri dell'isola vengono svelati gradualmente, per poi esplodere in tutto il loro orrore nella seconda metà del film. E qui viene fuori la bravura di Evans, perfettamente a suo agio…

  • It

    It

    ★★★½

    Il film di Muschietti è una buona trasposizione di quello che è a tutti gli effetti il capolavoro di Stephen King. Non è per niente facile adattare un romanzo del genere, soprattutto per com'è strutturato. Qua la scelta è quella di dividere la storia in due film, privandosi però dei continui flashback presenti nel romanzo e degli interludi sulla storia di Derry. E in poco più di due ore ovviamente è difficile dare a tutti i personaggi il giusto spazio…