Umanesimomodern

Umanesimomodern

I like cinema

@umanesimo_moderno on Instagram

Favorite films

  • Blade Runner
  • The Good, the Bad and the Ugly
  • Pulp Fiction
  • Apocalypse Now

Recent activity

All
  • Caché

    ★★★★

  • The Family Friend

    ★★½

  • First Love

    ★★★½

  • Stalker

    ★★★★★

Recent reviews

More
  • Dune

    Dune

    ★★★★½

    Tempo di lettura: 1 min

    Dopo Kubrick, Tarkovski e Scott, viviamo ora nell'era della fantascienza di Villeneuve.

    Pochi sono i film che vanno visti e Dune è uno di questi.
    Il XXI secolo sarà ricordato come il periodo storico dell'immaginario fantascientifico di Villeneuve, senza nulla togliere ad altri registri del genere. I vari Nolan, che io reputo un ottimo regista, i Blomkamp, Wachowski, Duncan Jones, Garland realizzano prodotti validissimi, a tratti artistici ma che non raggiungono il livello di questo…

  • Space Jam: A New Legacy

    Space Jam: A New Legacy

    Credo sia superfluo e poco utile criticare il film in merito a sceneggiatura, recitazione e narrazione. Nessuno si aspettava il livello della prima pellicola con Micheal Jordan che per lo meno era accettabile, ma raggiungere un tale orrore mai avrei immaginato.
    Mi limito a riportare però la scena che più mi ha sconvolto e orribilmente affranto.

    Ad un certo punto della pellicola, le due squadre si scontrano in un campo delimitato da una sorta di barriera invisibile in cui nessuno…

Popular reviews

More
  • Rifkin's Festival

    Rifkin's Festival

    Mort Rifkin ama il cinema. Lo ha perfino insegnato quando era giovane, e i suoi virtuosismi intellettuali gli hanno permesso di conquistare Sue, fino a sposarla. Ma il tempo passa, le mode passano, i gusti cambiano, e le passioni perdono colore. Al festival del cinema di San Sebastiàn Rifkin non si sta divertendo, Sento una pressione al petto, Avrai mangiato pesante, Si, le tortine erano deliziose, ma Mort non sta bene, non si sente a suo agio, neppure in un…

  • Dead Man

    Dead Man

    ★★★★½

    Hai del tabacco? No, non fumo.
    L'ossessione della sigaretta e del fumo di Jim Jarmusch si sente in questa opera d'arte, del colore della cenere e della morte.

    William Blake è morto, sì il poeta, ma un omonimo ragazzo lo sta per raggiungere, ferito da un amante deluso. E scappa, assieme ad un indiano che recita le sue poesie, quelle del poeta defunto, inseguiti da tre, poi due e infine uno solo tra i peggiori cacciatori di taglie in circolazione.…